Crea sito

Parola di Dio il segno dei tempi

Io Sono l’Alfa e l’Omega 

Il vangelo di Gesù, la rivelazione del Cristo,
conosciuta ormai dai veri cristiani in tutto il mondo

Cristo, il Figlio di Dio, il Coregnante dei Cieli, 
il Redentore di tutti gli uomini e di tutte le anime,
Artefice e Sovrano del Regno di Dio sulla terra
si rivela in merito alla Sua vita, al Suo pensiero e al Suo
operato nelle vesti di Gesù di Nazaret

Gesù predice la fine dei tempi

Ora li riconoscerete dai loro frutti (1).

Dio Reincarnazioni di assetati di potere e di messaggeri di Dio nel corso dei tempi (2-3). Gli emissari delle tenebre combattono con tutti i mezzi (4-5). Istruzioni per il periodo del terrore (6-7). Il ritorno del Cristo: imparate a discernere (8-9). Mutamenti nel sistema solare e sulla terra (10). L’imminente fine dei tempi – La via evolutiva dell’umanità e della terra verso la sostanza sottile – Il Regno della Pace – Ultimo sussulto di Satana – Il ‘sia fatto’ di Dio: dissoluzione di tutta la sostanza grossolana – Preparazione al ritorno del Cristo tramite la Sapienza divina – La venuta del Cristo, il più grande evento (11). Riconoscete i segni dei tempi (12-14). L’ora

non sfuggirà a colui che veglia (15-19)

1. Mentre Gesù sedeva sul monte degli Ulivi, i discepoli vennero da Lui e dissero: “Dicci, quando accadranno queste cose? E quale sarà il segno della Tua venuta e quello della fine del mondo?” Gesù rispose loro: “Guardate che nessuno vi seduca. Molti verranno nel Mio nome dicendo: io sono il Cristo, e trarranno molti in inganno. (Cap. 61, 1)

approfondisco la parola

Non credete a chiunque fa onorare il proprio nome, pretendendo di essere il più grande, facendosi tributare onore. E non credete a chiunque dice di essere il Cristo reincarnato, poiché Io non ritornerò più nella carne, ma Io Sono con i Miei nello Spirito.

Chiunque, invece, serve il prossimo, chi glorifica unicamente il nome del Signore, chi compie buone opere e le porta nel mondo, affinché i buoni frutti siano visibili per molti, è un uomo che indica agli altri la retta via ed Io opero attraverso di lui. Non li riconoscerete dalle loro parole, ma dai loro frutti.

La svolta dei tempi, nella quale Io Mi avvicino sempre più ai Miei, può essere paragonata alla tarda estate ed all’autunno, dato che l’epoca della svolta dal vecchio mondo peccaminoso alla Nuova Epoca è un periodo di raccolta.

Coloro che vivono in Me portano buoni frutti e coloro che hanno abusato e che abusano del Mio nome per i loro fini, mostrano ora i loro frutti cattivi. La svolta dei tempi fa riconoscere molto chiaramente i buoni ed i cattivi frutti.

Riconoscete! La tarda estate e l’autunno sono già iniziati per l’epoca peccaminosa. I frutti divengono visibili, il raccolto è in corso.

 

2. E sentirete parlare di guerre e di fragori di guerre; vedete di non farvi confondere. Infatti è necessario che tutto ciò avvenga, ma non è ancora la fine. Poiché si solleverà un popolo contro l’altro e un regno contro l’altro; vi saranno carestie e pestilenze e terremoti in vari luoghi. Ma tutto questo sarà solo l’inizio delle pene.

3. E in quei giorni i potenti metteranno insieme i paesi e le ricchezze della terra per il proprio piacere e soggiogheranno i molti altri che soffrono miseria, li terranno in catene e li utilizzeranno per moltiplicare le loro ricchezze, soggiogheranno perfino gli animali dei campi e faranno cose spaventose. Ma Dio manderà loro i Suoi messaggeri e questi annunceranno le Sue Leggi che gli uomini hanno nascosto con ciò che hanno tramandato e coloro che le trasgrediranno, moriranno. (Cap. 61, 2-3)

 

approfondisco la parola

E’ già iniziato [1989] ciò che è stato preannunciato. Quanto predetto avviene con la precisione di un orologio. Le catastrofi e le sciagure si susseguono a catena. Da ciò si riconoscono i mutamenti dei tempi.

Il mondo peccaminoso declina. In esso si profila già la nascita della Nuova Epoca; si delineano le generazioni risvegliate nello Spirito, dalle quali scaturirà l’umanità spirituale della Nuova Epoca.

L’epoca attuale [1989] è simile ai tempi di Noè o ai tempi della distruzione di Pompei. La maggior parte degli uomini si possiede e si fa possedere. Pur sentendo parlare dei segni dei tempi, continuano a vivere nel peccato. Sono affondati ed affondano con la loro ricchezza e con il loro potere esteriore.

Nel corso delle epoche passate, molte di queste anime vennero in continuazione in corpi terreni e molte ripresero ad operare nel punto in cui avevano smesso al momento della morte; e questo di volta in volta in un’epoca diversa, con altri mezzi e con altri metodi. Molte ricoprirono e ricoprono sempre le stesse cariche, sia come governanti di nazioni e stati che come guide della chiesa. La loro sete di potere le spinse e le spinge continuamente sulla terra in queste posizioni.

Quali uomini cercarono e cercano continuamente di tenere in mano il timone del mondo, le strutture esteriori, per mantenere la rotta abituale. Per secoli emanarono ed emanano leggi analoghe per il popolo. E i popoli si lasciarono e si lasciano più o meno soggiogare dalle loro autorità ed ubbidiscono in continuazione alle guide che hanno già fatto le stesse o simili cose nelle incarnazioni precedenti. Dato che sono sempre gli stessi uomini che governano i paesi e che si profilano come guide della chiesa, in certi paesi si ripetono sempre gli stessi processi già avvenuti in passato. Sciagure, catastrofi e situazioni caotiche cambiano solo di nome e, in molti casi, sono ora peggiori che in passato.

In tutto il negativo si trova anche il positivo: nell’epoca che tramonta e in quella che sta sorgendo si fa varco continuamente la luce del Cristo, l’epoca dello Spirito di Dio, la Nuova Epoca, l’epoca del Cristo, che Io Sono.

Riconoscete: nel passaggio dal vecchio mondo peccaminoso alla Nuova Epoca sono venuti e vengono in continuazione messaggeri di Dio. Molti uomini e donne retti si trovano ora al Mio servizio per la Nuova Epoca.

Tutta la verità si manifesterà, anche se è stata consapevolmente ed inconsapevolmente celata per molti secoli da uomini lontani da Dio: i messaggeri di Dio annunciano di nuovo le Leggi di Dio e si sforzano di portare su tutta la terra il Vangelo dell’amore, di continente in continente, di città in città, di comune in comune, di villaggio in villaggio. Essi preparano il Regno di Dio su questa terra. Molti uomini si risveglieranno grazie all’operato dei messaggeri di Dio e si incammineranno sulla via verso la Vita Interiore.

 

4. Allora vi consegneranno ai supplizi e vi uccideranno. E sarete odiati da tutti i popoli a causa del Mio nome. E molti verranno poi attaccati e si tradiranno e odieranno a vicenda. Sorgeranno molti falsi profeti e sedurranno molti.

5. Per il dilagare dell’ingiustizia, l’amore si raffredderà in molti. Ma chi persevererà fino alla fine, verrà salvato. E questo Vangelo del Regno di Dio verrà predicato in tutto il mondo, perché ne sia resa testimonianza a tutti i popoli e poi verrà la fine. (Cap. 61, 4-5)

 

approfondisco la parola

Così avvenne nei secoli trascorsi: i Miei furono tormentati ed uccisi.

Ciò che è stato continua tuttora. Sono sempre gli stessi lupi in veste di pecora che vengono nel mondo con la loro sete di potere. Vogliono anche spegnere la luce del Cristo che è per loro una spina nel fianco, e abusano del Mio nome anche per far questo. Li sentirete ululare, quando i messaggeri di Dio metteranno davanti ai loro occhi le loro opere sataniche, che essi affermano perfino di fare in nome Mio.

Riconoscete: in passato i messaggeri di Dio vennero tormentati, torturati ed uccisi. Nell’epoca attuale [1989] vengono calunniati, ridicolizzati, scherniti e derisi. I veri cristiani vengono ora perseguitati solo con altri mezzi e metodi, con calunnie diffuse dai mass-media, che essi chiamano stampa, radio e cose simili. Dietro a questi si celano coloro che si sentono minacciati dalla verità, i rappresentanti delle chiese, i parroci, i sacerdoti, i cosiddetti incaricati per le sette ed anche i cosiddetti politici, giornalisti e reporters, e tutti coloro che prestano loro fede. Anche nell’epoca attuale [1989], coloro che si definiscono cristiani odiano molti uomini e donne retti, perché essi seguono Me, il Cristo.

Riconoscete: ciò che avvenne in tutti i tempi, avviene anche nel passaggio dal vecchio mondo peccaminoso alla Nuova Epoca. Molti uomini parlano di Me, il Cristo, ma non appena vengono colpiti da un soffio di vento, per esempio da una calunnia, cadono e Mi tradiscono. Si tradiscono e si odiano a vicenda per timore di perdere la propria vita terrena, la stima e la loro posizione.

L’emissario delle tenebre si intromette nei popoli usando vari metodi ed istiga un popolo contro l’altro. Ciò è possibile, perché gli uomini non sono in unità tra loro. I popoli si considerano nemici l’uno dell’altro, sviluppano aggressività e paure del futuro. Tutte queste cose vengono fomentate in continuazione dagli emissari delle tenebre, perché vogliono tenere in movimento le masse. Poi si presentano come falsi profeti e si fanno passare per portatori di salvezza, legando gli uomini alla loro “missione” ed alla loro persona, anziché orientarli su di Me, il Cristo.

Nel passaggio dal vecchio mondo peccaminoso alla Nuova Epoca, l’epoca di luce, l’emissario delle tenebre attacca la luce su un vasto fronte. Ma chi può resistere a lungo andare alla luce? Nessun uomo e nessun’anima e nemmeno alcun potere oscuro; neanche se costoro abusano del Mio nome e procedono contro i veri cristiani. La luce, che Io Sono, è più forte.

Riconoscete: Io Sono la luce del mondo che non è legata al tempo. La luce compenetra tempo e spazio e rinnoverà ogni cosa. Giungerà il tempo in cui l’emissario delle tenebre non potrà più retrocedere, né avanzare – e così sarà anche per ogni uomo e per ogni anima – ma potrà solamente capitolare e rivolgersi alla luce che Io Sono.

Anche se in questa battaglia finale le ingiustizie dilagheranno e l’amore si raffredderà sempre più in molti cuori degli uomini, la luce è già visibile: è il Cristo, che Io Sono, che porta la luce sulla terra tramite i messaggeri, tramite i pionieri della Nuova Epoca. Saranno molti gli uomini che periranno, ma verranno anche salvati molti di coloro che avranno resistito nella battaglia contro le potenze delle tenebre. Coloro che Mi sono restati fedeli osserveranno il Vangelo dell’amore e continueranno ad annunciare il Regno di Dio su tutta la terra, dando testimonianza della verità che Io Sono, che dimora in loro e che parla ed opera attraverso di loro: il Cri-
sto.

6. Quando, dunque, vedrete l’abominio della devastazione, di cui parlò il profeta Daniele, stare nel luogo santo (chi legge comprenda!), allora chi è in Giudea fugga sui monti. E chi si trova sul tetto, non scenda a prendere qualcosa in casa; e chi si trova nei campi, non torni indietro a prendere i suoi abiti.

7. Guai alle donne incinte e a quelle che allatteranno in quei giorni! Pregate perché la vostra fuga non accada d’inverno o di Sabbat. Poiché vi sarà una grande tribolazione quale mai avvenne dall’inizio del mondo fino ad ora, né mai più sarà. E se quei giorni non fossero abbreviati nessun vivente si salverebbe. Ma a causa degli eletti, quei giorni saranno abbreviati.

(Cap. 61, 6-7)

 

approfondisco la parola

Ciò che l’Eterno rivelò in tutti i tempi agli uomini tramite i profeti è ora imminente, anche se gli ammonimenti e le indicazioni dell’Eterno non trovarono ascolto presso la maggior parte degli uomini. E’ iniziata questa grande svolta dei tempi.

Chi si preoccupa ancora delle proprie cose esteriori e le vuole mantenere e moltiplicare non solo vi resta legato, ma si inabisserà con tutti i suoi beni ed averi. Il Regno di Dio sorge gradualmente sulla terra nella misura in cui il mondo si inabissa, nonostante afflizione e miseria.

Se riconoscete che il mondo si sta scardinando, non tornate indietro e non fermatevi per andare a prendere o sistemare questo o quello. Andate nel luogo di Dio che è in voi e fatevi guidare da Colui che dimora in voi.

Sta scritto: “Guai alle donne incinte ed a quelle che allatteranno in quei giorni!” Se il frutto nel grembo della madre è pieno di luce e forza, perché il padre e la madre vivono in Dio, esso verrà preservato. Ma se il frutto nel grembo della madre è invece di questo vecchio mondo peccaminoso, quindi povero di luce, come lo sono il padre e la madre, potrà essere loro tolto, in base alle cause esistenti. Anche certi corpi, che portano un frutto povero di luce, verranno tolti in quest’epoca di terrore che il mondo non ha mai vissuto.

Pregate, affinché la tromba dell’Ordine non risuoni in un giorno di Sabbat, quando gli uomini si abbandonano ancor più alle loro comodità, anziché pregare Dio e ringraziarLo per la Sua guida e per il Suo aiuto. Molti che potrebbero portare soccorso esteriore non saranno reperibili. Pregate, affinché il grande repulisti sulla terra non avvenga d’inverno, perché molti non avranno più nulla e molte cose saranno distrutte, sicché spesso non potranno trovare rifugio in una casa, ma solo all’aperto o in ripari improvvisati. Molti soffrirebbero o morirebbero di freddo, anche le donne incinte.

Molti uomini che si sono fidati di questo mondo e dei loro governi perderanno improvvisamente tutto ciò che consideravano loro proprietà e che rappresentava la loro sicurezza. L’eterno e buon Dio, vostro e Mio Padre, ha già abbreviato il tempo per i Suoi fedeli e, quando gli sconvolgimenti saranno al culmine, lo abbrevierà di nuovo. Molti di coloro che portano il segno dell’amore sulla fronte continueranno ad edificare il Regno della Pace di Gesù Cristo sulle macerie e sul caos di questo mondo e lo edificheranno in tutto il mondo come segno di vittoria.

 

8. Allora se qualcuno vi dirà: ecco, il Cristo è qua o là, non credete avventatamente. Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi cose e miracoli, in modo da indurre in errore, se possibile, anche gli eletti. Ecco, Io ve l’ho predetto!

9. Se dunque vi diranno: ecco, è nel deserto, non uscite; ecco, è in stanze segrete, non credete troppo in fretta. Poiché come la luce viene da Oriente e brilla fino a Occidente, così sarà anche il futuro del Figlio dell’uomo. Poiché ovunque c’è un cadavere si radunano gli avvoltoi. (Cap. 61, 8-9)

approfondisco la parola

Sappiate che Io verrò ai Miei nello Spirito, ma non più nell’involucro di carne.

Se uno dice che il Cristo si trova qua o là ricordatevi: Io ve l’ho predetto. Io non ritornerò più nella carne. Assunsi la carne per voi in Gesù e l’ho superata per voi, in modo che anche voi possiate superarla attraverso di Me, il Cristo, ed otteniate la risurrezione e la rinascita spirituale, giungendo così all’unione con Dio, vostro e Mio Padre.

Se realizzerete le eterne Leggi imparerete a discernere; infatti non ci saranno solo falsi profeti. Proprio in questa grande svolta dei tempi ci sono molti uomini e donne retti, uomini che Io vi ho inviato, che si sforzano sinceramente ed onestamente di portarvi le Leggi di Dio e che fondano il Regno della Pace nel mezzo delle tribolazioni e della fine del mondo. Sono coloro che adempiono il Vangelo dell’amore e che portano in tal modo il Regno di Dio su questa terra.

Dai loro frutti li riconoscerete.

10. Subito dopo le sofferenze di quei giorni, il sole si oscurerà e la luna perderà la sua luce e le stelle cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno sconvolte. (Cap. 61, 10)

approfondisco la parola

Nel corso di potenti sconvolgimenti in tutto il sistema solare, i pianeti usciranno dalle loro orbite e si raggrupperanno, in un primo tempo, in una traiettoria diversa attorno all’attuale sole. Anche la luna avrà un’altra collocazione ed assumerà un rapporto di gravitazione diverso nei confronti della terra. In tal modo sulla terra cambieranno il ritmo del giorno e della notte, le stagioni e le maree. Nel corso di questi eventi avverrà un’eclissi temporanea del sole.

“Le stelle cadranno dal cielo” significa: potenti meteoriti cadranno sulla terra. Anche a causa di questo, il pianeta terrestre si trasformerà in modo corrispondente. I mari andranno a cercarsi altri bacini.

Le alte montagne scompariranno; sorgeranno nuove alture e valli. La terra assumerà, nel suo insieme, una conformazione più dolce.

Riconoscete: Io rinnovo ogni cosa.

 

11. Allora comparirà nel cielo il segno del Figlio dell’uomo; e allora tutti i popoli sulla terra si rattristeranno e vedranno il Figlio dell’uomo venire sopra le nubi del cielo con grande potenza e gloria. Egli manderà i Suoi angeli a gran voce come una tromba ed essi raduneranno tutti i Suoi eletti dai quattro venti, da un estremo all’altro del cielo. (Cap. 61, 11)

 

approfondisco la parola

Il segno del Figlio dell’uomo è la luce del Cristo, che Io Sono. Vengo nello Spirito dai Miei che Mi servono in veste terrena e che popolano il Regno di Dio, di cui Io Sono il Sovrano.

Riconoscete: Io non vengo da un giorno all’altro, dall’oggi al domani. Tutti i grandi eventi vengono preceduti dalla loro luce o dalle loro ombre. Io Sono la luce del mondo. La Mia venuta nello Spirito è il più grande evento per la terra e per gli uomini. Io, il Cristo, Mi sono già messo in cammino, poiché la Mia luce opera già sulla terra e nell’atmosfera, dato che i profeti di Dio e uomini e donne fedeli Mi preparano sempre più le vie.

I profeti di Dio nel Vecchio Testamento e tutti i profeti di Dio e uomini e donne illuminati, nei trascorsi duemila anni hanno ammonito in continuazione l’umanità per ciò che ha seminato, esortandola a cambiare. Attraverso molte sfaccettature dell’eterna verità, all’umanità è stata rivelata la sua semina satanica, nonché che cosa sarebbe avvenuto nei tempi futuri se non fosse cambiata e se non avesse adempiuto le Leggi di Dio. Si parlò e si parla ad intervalli sempre più brevi dell’imminente fine dei tempi. La massa degli uomini continua però a vivere e vive tuttora nel peccato, continua a ballare e balla tuttora attorno al vitello d’oro: attorno al proprio ego che aspira al “mio”, a “me” e alle comodità. Gli ammonimenti si compiono. L’umanità si trova nella cosiddetta fine dei tempi.

Riconoscete: con la parola “fine dei tempi” non è intesa la fine della materia, la fine del pianeta terrestre, bensì la fine di ciò che è contro Dio: il materialismo volge alla fine.

Man mano che il Regno della Pace sorge, passo a passo, sulla terra, anche grandi parti della materia si affinano, poiché sta scritto: Io rinnovo ogni cosa. Sorgeranno un nuovo cielo ed una nuova terra e gli uomini cresceranno in una Nuova Epoca, l’epoca di luce. Su questa via evolutiva, verso forme più luminose e fini, tutto si spiritualizzerà sempre più, fino a giungere alla sostanza luminosa, alla materia più fine. Infatti, gli uomini della Nuova Epoca intensificheranno la luce nella terra e sulla terra e, con la loro vita spirituale, continueranno ad elevare la vibrazione della terra e di tutto il sistema solare. Quando poi sarà sorto il Regno della Pace sulla materia più fine, sulla terra di sostanza luminosa risplenderà anche un nuovo sole.

Riconoscete: al termine del Regno della Pace, il satanico, il demone, potrà misurarsi ancora una volta con Me, il Cristo, dato che cercherà anche allora di riconquistare la terra. Dovrà tuttavia riconoscere che il “sia fatto” di Dio è in pieno corso e che avrà esaurito totalmente il tempo, il periodo di grazia, concessogli ancora una volta da Dio, nostro Padre.

Dopo quest’evento che abbraccerà tutta la terra, tutti i pianeti fortemente raddensati esploderanno, uno dopo l’altro, e le sostanze spirituali pure che si trovano nei pianeti materiali fuoriusciranno dai loro involucri, come l’anima lascia il corpo dell’uomo quando è deceduto. Le parti dei pianeti materiali abbandonate si dissolveranno poi sempre più. Poco alla volta, tutta la sostanza grossolana diverrà fine, dato che Dio è energia pura di sostanza sottile. Dio è Spirito, forza, amore e sapienza.

La Sapienza divina si è assunta il grande compito di portare, per prima, la Mia luce della pace e dell’unità a tutti i popoli di questa terra e quindi a tutti gli uomini di buona volontà. Attraverso di lei la Mia luce si irradia in innumerevoli sfaccettature della vita: è la Mia parola che è e sarà manifesta attraverso la bocca della Mia profetessa che è, allo stesso tempo, messaggera di Dio, ed attraverso molti uomini e donne retti. La Mia luce porta agli uomini anche la Via Interiore verso il cuore di Dio. Essa annuncia anche il Regno della Pace e fa sì che i figli e le figlie di Dio che fanno parte del mandato di redenzione – e in prima linea la stirpe di Davide ed anche gli uomini provenienti da altre stirpi – diffondano l’Opera di Redenzione e fondino ed edifichino il Regno della Pace.

Io mi avvicino sempre più ai Miei. Man mano che procedono sulla Via Interiore e che edificano sempre più il Regno della Pace, di generazione in generazione, Io Sono sempre più vicino a loro, Sono con loro in modo sempre più diretto. Dato che la Sapienza divina ha già compiuto molte cose sulla terra secondo la Mia volontà, la Mia luce si irradia già ora in questo mondo ed annuncia la Mia venuta.

Riconoscete: gli angeli dei cieli e altri fedeli in veste terrena annunciano già ora [1989], a gran voce, il Sovrano del Regno della Pace e il Regno della Pace stesso. Già ora molti uomini e donne si radunano dai quattro venti per vivere insieme e per prepararsi al più grande evento che avverrà nell’atmosfera e sulla terra: la Mia venuta. Quando le trombe risuoneranno dai cieli, quando i cherubini delle quattro essenze Mi annunceranno dallo Spirito di Dio, Io apparirò in tutta la potenza e la gloria ed assumerò la sovranità. E gli uomini saranno un unico gregge ed Io sarò il loro Pastore, il Cristo.

Prima che ciò avvenga, ci saranno tuttavia grandi pene su tutta la terra e tutti coloro che non porteranno il segno sulla fronte verranno spazzati via. Proseguiranno poi la loro via come anime.

Riconoscete: la luce del Cristo è la luce della Nuova Epoca. Io annuncio la Mia venuta, irradiando la Mia luce che Mi precede.

12. Dal fico apprendete una parabola: quando i suoi rami divengono teneri e pieni di linfa e spuntano le foglie, sapete che l’estate è vicina. Così anche voi, quando vedrete tutte queste cose, sappiate che questi eventi stanno alle porte. In verità, vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto questo accada. Il cielo e la terra passeranno, ma le Mie parole non passeranno.

13. Quanto a quel giorno e a quell’ora nessuno lo sa, neanche gli angeli in cielo, ma solo il Padre universale. Come fu ai giorni di Noè, così sarà anche la venuta del Figlio dell’uomo.

14. Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio, mangiavano, bevevano, si possedevano e si facevano possedere, fino a quando Noè entrò nell’arca. E non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e li spazzò via tutti; così sarà anche la venuta del Figlio dell’uomo. (Cap. 61, 12-14)

 

approfondisco la parola

Chi osserva gli eventi e gli avvenimenti su questa terra e sente parlare della sorte degli uomini in tutto il mondo, riconosce che i processi della fine del mondo sono preceduti dalle loro ombre, come segni premonitori, e che l’umanità si trova nel mezzo del dissolvimento del vecchio mondo peccaminoso. Chi è desto riconoscerà anche che l’uomo peccaminoso non potrà far fronte ai grandi sconvolgimenti.

Riconoscete: questi sconvolgimenti sono gli effetti di cause altrettanto potenti, a seguito delle quali la legge di semina e raccolta ripulisce la terra dal peccato. Gli uomini che sono immersi nel peccato non avranno più posto sulla terra, dato che la Nuova Epoca, l’epoca del Cristo, sorge dalle macerie e apporterà il nuovo cielo e la nuova terra.

Chi si trova nell’ombra perirà a causa del gelo del suo ego, dei suoi infimi sensi ed istinti.

 

15. Allora due saranno sul campo; uno sarà preso e l’altro lasciato. Due donne macineranno al mulino, una sarà presa e l’altra lasciata. Vegliate dunque, perché non sapete l’ora in cui il vostro Signore verrà.

16. Questo sappiate comunque: se l’amministratore della casa sapesse in quale ora viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa. Perciò, anche voi siate pronti, perché il Figlio dell’uomo verrà nell’ora che voi non pensate.

17. Qual è dunque il servo fidato e saggio che il signore ha preposto ai suoi domestici con l’incarico di dar loro il cibo al tempo dovuto? Beato quel servo che il padrone al suo ritorno troverà ad agire così. In verità, vi dico: gli affiderà l’amministrazione di tutti i suoi beni.

18. Ma se il servo malvagio dicesse in cuor suo: il mio padrone tarda a venire, e cominciasse a percuotere i suoi compagni e a mangiare con gli ingordi e a bere con gli ubriaconi,

19. il padrone di questo servo arriverà in un giorno che il servo non si aspetta e ad un’ora che non sa. E gli darà la sua ricompensa insieme agli ipocriti nelle tenebre esteriori, ai crudeli e a coloro che non hanno amore e compassione: e là sarà pianto e stridore di denti. (Cap. 61, 15-19)

 

approfondisco la parola

Vegliate e pregate! Rimanete in Me e sappiate che Io Sono in voi e con voi. Infatti, chi veglia e resta in attesa del Signore non si lascerà sfuggire l’ora in cui Io verrò e sperimenterà le tribolazioni e le crudeltà solo da lontano, perché non si è lasciato inebriare e trascinare dal mondo.

Restate attivi nel Mio Spirito e perseverate – Io vengo!

 

parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi parola di dio il segno dei tempi