Crea sito

Messaggi Medjugorje 1982

1982


4 gennaio: “Se volete essere felici, fatevi una vita semplice e umile. Pregate molto e non vi preoccupate
troppo dei vostri problemi: lasciateli risolvere a Dio e abbandonatevi a Lui”.


21 gennaio: “Pregate e digiunate perché tra i sacerdoti regni la pace”. 


25 gennaio: “Mi commuovono molto le vostre preghiere, specialmente il vostro Rosario quotidiano”.


2 febbraio: “Vorrei che la festa in onore della Regina della Pace fosse celebrata il 25 giugno. Proprio quel
giorno, infatti, i fedeli sono venuti per la prima volta sulla collina”.


8 febbraio: “Voi mi chiedete il segno perché si creda alla mia presenza. Il segno verrà. Ma voi non ne avete
bisogno: voi stessi dovete essere un segno per gli altri”.


10 febbraio: “Pregate, pregate, pregate. Credete fermamente, confessatevi con regolarità e comunicatevi.
È questa l’unica via di salvezza”.


16 febbraio: “Siate sempre nella gioia”. Poi la Madonna intona sorridendo il canto “Cristo, nel tuo nome” e
scompare.


19 febbraio: “Seguite attentamente la santa Messa. Siate disciplinati e non chiacchierate durante la santa
Messa”.


23 febbraio: A una veggente che le chiede come mai ogni religione abbia un proprio Dio, la Madonna
risponde: “C’è un solo Dio e in Dio non esiste divisione. Siete voi nel mondo che avete creato le divisioni
religiose. E tra Dio e gli uomini c’è un unico mediatore di salvezza: Gesù Cristo. Abbiate fede in Lui”.


25 febbraio: A un veggente che le chiede se tutte le religioni siano buone, la Madonna risponde: “In tutte le
religioni c’è del buono, ma non è la stessa cosa professare una religione o un’altra. Lo Spirito Santo non
agisce con uguale potenza in tutte le comunità religiose”.


1 marzo: “Se sapeste quanto vi amo, piangereste di gioia. Figlioli cari, se qualcuno viene da voi e vi chiede
qualcosa, voi gliela date. Ecco: anch’io sto davanti ai vostri cuori e busso, ma molti non si aprono. Io vorrei
tutti voi per me, ma molti non mi accettano. Pregate perché il mondo accolga il mio amore”.


2 marzo: “Quando soffrite per una causa giusta, le benedizioni divine saranno per voi sempre più
abbondanti”.


4 marzo: “Angeli miei, non abbiate paura di nulla perché io vi sono vicina e vi proteggo. Qualunque
problema abbiate, chiamatemi e io verrò subito da voi e vi aiuterò a risolvere le difficoltà nel miglior modo
possibile”.


8 marzo: “Prima di cominciare la Via Crucis pregate sempre il Credo”.


15 marzo: “Prendetemi sul serio. Quando Dio si manifesta al mondo non lo fa per scherzo, ma per dire
cose serie”.


11 aprile: “È necessario formare dei gruppi di preghiera e non soltanto in questa parrocchia. I gruppi di
preghiera sono necessari in tutte le parrocchie”.


14 aprile: “Dovete sapere che Satana esiste. Egli un giorno si è presentato davanti al trono di Dio e ha
chiesto il permesso di tentare la Chiesa per un certo periodo con l’intenzione di distruggerla. Dio ha
permesso a Satana di mettere la Chiesa alla prova per un secolo, ma ha aggiunto: “Non la distruggerai”.
Questo secolo in cui vivete è sotto il potere di Satana, ma – quando saranno realizzati i segreti che vi sono
stati affidati – il suo potere verrà distrutto. Già ora egli comincia a perdere il suo potere e perciò è diventato
ancora più aggressivo: distrugge i matrimoni, solleva discordie anche tra le anime consacrate, causa
ossessioni, provoca omicidi. Proteggetevi dunque con il digiuno e la preghiera, soprattutto con la preghiera
comunitaria. Portate addosso oggetti benedetti e poneteli anche nelle vostre case. E riprendete l’uso
dell’acqua benedetta”.


17 aprile: “Queste mie apparizioni qui a Medjugorje sono le ultime per l’umanità. Affrettatevi a convertirvi”.


21 aprile: “Quando qualcuno vi procura delle difficoltà, non cercate di difendervi, ma piuttosto pregate”.


26 aprile: “Tanti, che si dicono credenti, non pregano mai. La fede non può mantenersi viva senza la
preghiera”.


2 maggio: “Sono venuta a chiamare il mondo alla conversione per l’ultima volta. In seguito non apparirò più
sulla terra. Queste sono le mie ultime apparizioni”.


14 maggio: In questi giorni Giovanni Paolo II è a Fatima per l’anniversario dell’attentato e la Madonna dice:
“I nemici del Papa volevano ucciderlo, ma io l’ho protetto”.


20 maggio: “Sulla terra voi siete divisi, ma siete tutti figli miei. Musulmani, ortodossi, cattolici, tutti siete
uguali davanti a mio Figlio e a me. Siete tutti figli miei. Ciò non significa che tutte le religioni siano uguali
davanti a Dio, ma gli uomini sì. Non basta, però, appartenere alla Chiesa cattolica per essere salvati:
occorre rispettare la volontà di Dio. Anche i non cattolici sono creature fatte a immagine di Dio e destinate a
raggiungere un giorno la salvezza, se vivono seguendo rettamente la voce della propria coscienza. La
salvezza è offerta a tutti, senza eccezioni. Si dannano soltanto coloro che rifiutano deliberatamente Dio. A
chi poco è stato dato, poco sarà chiesto. A chi è stato dato molto, sarà chiesto molto. Soltanto Dio, nella sua
infinita giustizia, stabilisce il grado di responsabilità di ogni uomo e pronuncia il giudizio finale”.


10 giugno: “Voi sbagliate quando guardate al futuro pensando soltanto alle guerre, ai castighi, al male. Se
pensate sempre al male vi mettete già sulla strada per incontrarlo. Per il cristiano c’è un unico
atteggiamento nei confronti del futuro: la speranza della salvezza. Il vostro compito è quello di accettare la
pace divina, di viverla e di diffonderla. E non a parole, ma con la vita”.


25 giugno: “Pregate e digiunate”.


20 luglio: “In purgatorio ci sono tante anime e tra queste anche persone consacrate a Dio. Pregate per loro
almeno sette Pater, Ave e Gloria e il Credo. Ve lo raccomando. Molte anime sono in purgatorio da molto
tempo perché nessuno prega per loro. Nel purgatorio ci sono diversi livelli: i più bassi sono vicini all’inferno,
mentre quelli elevati si avvicinano gradualmente al paradiso”.


21 luglio: “Cari figli, vi invito a pregare e a digiunare per la pace nel mondo. Voi avete dimenticato che con
la preghiera e il digiuno si possono allontanare anche le guerre e persino sospendere le leggi naturali. Il
digiuno migliore è quello a pane e acqua. Tutti, eccetto gli ammalati, devono digiunare. L’elemosina e le
opere di carità non possono sostituire il digiuno”.


24 luglio: “Al momento della morte si lascia la terra in piena coscienza: quella che abbiamo ora. Al
momento della morte si è coscienti della separazione dell’anima dal corpo. È sbagliato insegnare alla gente
che si rinasce più volte e che l’anima passa in diversi corpi. Si nasce una volta sola e dopo la morte il corpo
si decompone e non rivivrà più. Ogni uomo poi riceverà un corpo trasfigurato. Anche chi ha fatto molto male
durante la vita terrena può andare diritto in Cielo se alla fine della vita si pente sinceramente dei suoi
peccati, si confessa e si comunica”.


25 luglio: “Oggi molti vanno all’inferno. Dio permette che i suoi figli soffrano nell’inferno perché hanno
commesso colpe gravissime e imperdonabili. Coloro che vanno all’inferno non hanno più possibilità di
conoscere una sorte migliore. Le anime dei dannati non si pentono e continuano a rifiutare Dio. E lì lo
maledicono ancor più di quanto non facessero prima, quando erano sulla terra. Diventano parte dell’inferno
e non vogliono essere liberate da quel luogo”.


6 agosto: “Bisogna esortare la gente a confessarsi ogni mese, soprattutto il primo venerdì o il primo sabato
del mese. Fate ciò che vi dico. La confessione mensile sarà una medicina per la Chiesa d’Occidente. Se i
fedeli si confesseranno una volta al mese, presto intere regioni potranno essere guarite”.


8 agosto: “Meditate ogni giorno sulla vita di Gesù e sulla mia vita pregando il Rosario”.


12 agosto: “Pregate. Pregate. Quando vi dico questa parola voi non la comprendete. Tutte le grazie sono a
vostra disposizione, ma potete riceverle soltanto attraverso la preghiera”.


18 agosto: “Per la guarigione dei malati è necessaria una fede salda, una preghiera perseverante,
accompagnata dall’offerta di digiuni e di sacrifici. Non posso aiutare coloro che non pregano e non fanno
sacrifici. Anche quelli che sono in buona salute devono pregare e digiunare per i malati. Quanto più credete
fermamente e digiunate per la stessa intenzione di guarigione, tanto più saranno grandi la grazia e la
misericordia di Dio. È bene pregare imponendo le mani sui malati ed è bene anche ungerli con olio
benedetto. Non tutti i sacerdoti hanno il dono di guarire: per risvegliare questo dono il sacerdote deve
pregare con perseveranza, digiunare e credere fermamente”.


31 agosto: “Io non dispongo direttamente delle grazie divine, ma ottengo da Dio tutto ciò che chiedo con la
mia preghiera. Dio ha piena fiducia in me. E io intercedo le grazie e proteggo in modo particolare coloro che
sono consacrati a me”.


2 settembre: “Affrettatevi a convertirvi. Quando si manifesterà sulla collina il segno promesso sarà troppo
tardi. Questo tempo di grazia costituisce per voi una grande possibilità per convertirvi e per approfondire la
vostra fede”.


7 settembre: “Prima di ogni festa liturgica preparatevi con la preghiera e digiunando a pane e acqua”.


9 settembre: “Oltre al venerdì digiunate a pane e acqua un’altro giorno della settimana in onore dello
Spirito Santo”.


16 settembre: “Vorrei dire anche al Sommo Pontefice la parola che sono venuta ad annunciare qui a
Medjugorje: pace, pace, pace. Desidero che egli la trasmetta a tutti. Il mio messaggio particolare per lui è di
riunire tutti i cristiani con la sua parola e la sua predicazione, e di trasmettere ai giovani quello che Dio gli
ispira durante la preghiera”.


20 settembre: “Per ottenere le grazie, la cosa più importante è di credere fermamente, pregare ogni giorno
con la stessa intenzione e digiunare il venerdì a pane e acqua. Per la guarigione di ammalati gravi, pregate
di più e digiunate di più”.


25 settembre: “Il Santo Padre continui a essere instancabile e coraggioso annunciatore di pace e d’amore.
Si senta sempre il padre spirituale non soltanto dei cattolici, ma di tutti gli uomini”.


10 ottobre: “Troppi basano la propria fede su come si comportano i sacerdoti. Se il sacerdote non sembra
all’altezza, allora dicono che Dio non esiste. Non si va in chiesa per vedere come agisce il sacerdote o per
indagare sulla sua vita privata. Si va in chiesa per pregare e ascoltare la Parola di Dio che viene proclamata
tramite il sacerdote”.


2 novembre: “Le anime del purgatorio aspettano le vostre preghiere e i vostri sacrifici”.


12 novembre: “Non andate in cerca di cose straordinarie, ma piuttosto prendete il Vangelo, leggetelo e
tutto vi sarà chiaro”.


23 dicembre: “Tutti i segreti che ho confidato si realizzeranno e anche il segno visibile si manifesterà. Ma
non aspettate questo segno per soddisfare la vostra curiosità. Questo, prima del segno visibile, è un tempo
di grazia per i credenti. Perciò convertitevi e approfondite la vostra fede. Quando verrà il segno visibile, per
molti sarà troppo tardi”.


25 dicembre: “Mirjana, io ti ho scelta e ti ho detto quanto era necessario. Ti ho anche rivelato molte cose
terribili che dovrai portare con te. Pensa a queste lacrime che anch’io verso. Dovrai essere sempre
coraggiosa. Hai compreso rapidamente i miei messaggi e quindi ora devi anche comprendere che io devo
andare. Sii coraggiosa”.